Vi presentiamo 11 giocatori Low Cost che hanno offerto buone prestazioni e trovato bonus decisivi in queste prime 17 giornate di campionato.

Sepe (Parma): l’estremo difensore gialloblu, si presenta spesso con un buon profilo sia come rendimento sia come bonus. Purtroppo difendendo i pali del Parma a inizio stagione non è stato scelto come primo portiere. Oggi chi lo ha in rosa può ritenersi soddisfatto perchè dopo 17 giornate ha uno dei migliori portieri della Serie A con soli 20 gol subiti e un rigore parato. Luigi ha realizzato inoltre 3 clean sheet. Leader

Faraoni (Verona): uno dei terzini più particolari di questo campionato. Spinge molto e ha buona tecnica, ma solo quest'anno è esploso davvero, con 2 gol e 3 assist in 16 giornate. Preciso e sicuro in fase difensiva, e soprattutto presente in proiezione offensiva dimostra di poter svolgere molto bene i piani del mister. Energico

Calderoni (Lecce): uno degli uomini di fiducia di Liverani e si è visto. Come avere 30 anni e non sentirli in Serie A, uno dei migliori profili low-cost, ha dimostrato a tutti di saperci fare soprattutto in fase offensiva quando ha risolto un paio di partite con gol incredibili in zona cesarini. Per lui 3 gol e 1 assist all'attivo, sono un ottimo bottino. Chi ha puntato su di lui sa di aver fatto un ottimo affare, con altre 21 partite da giocare potrebbe stupire ancora Determinato

Ghiglione (Genoa): il giovane difensore dopo un ottimo precampionato ha continuato sulla buona strada. Buona spinta e piede destro discreto, bravo anche ad inserirsi. Uno dei migliori giocatori in questo Genoa in crisi, è riuscito a fornire ben 5 assist in questa prima parte di stagione, con altrettante buone prestazioni. Può continuare a stupire

Mancosu (Lecce): a inizio asta arrivati alla lettera M sbucava questo nome a prezzo relativamente basso. Considerati i trascorsi in serie A non troppo degni di nota, invece ha stupito tutti, con la sua velocità, tecnica e capacità di inserimento. 5 goal(di cui 4 su rigore) e tanta energia..ne vedremo ancora delle belle. Qualità e talento

Castrovilli (Fiorentina): arrivato in A da sconosciuto, dopo aver passato in cadetteria 3 stagioni,è diventato un giocatore imprescindibile per i Viola, risultando spesso il migliore dei suoi compagni per intensità e grinta in mezzo al campo, caratteristiche che spesso gli valgono voti più che sufficienti in pagella. Inoltre ha già trovato 3 gol e 2 assist. Giocando in mezzo al campo spesso si lancia in interventi in tackle rischiosi che gli sono valsi 7 ammonizioni. Ci aspettiamo un girone di ritorno a fuoco e fiamme.Predestinato

Kulusevski (Parma): scommessa chiaramente vinta e ben ripagata, giocatore praticamente mai utilizzato all'Atalanta(proprietaria del cartellino) ha trovato la sua strada a Parma, quando lanciato da D'Aversa, ha entusiasmato tutti con i suoi buoni piedi e velocità di inserimento. Chi quest’estate aveva dato una buona chance al giovane si è ritrovato in rosa un centrocampista da 7/8 slot capace di segnare 4 gol e fornire ben 7 assist. Classe

Candreva (Inter): dopo alcune stagioni deludenti, sembra rinato completamente sotto la cura Spalletti con prestazioni e gol incredibili nelle prime giornate, è riuscito non solo a ben figurare ma a diventare un punto di riferimento inamovibile con 2 gol e 4 assist in 14 giornate. Il suo bottino potrebbe ancora migliorare nel girone di ritorno puntateci ancora. Ritrovato

Boga (Sassuolo): dopo una stagione in chiaroscuro, la scorsa, ha trovato più spazio e più entusiasmo. Il suo dribbling eccezionale, gli consente spesso di saltare con facilità il primo uomo, se guadagna velocità è molto difficile da fermare e condisce tutto con un gran destro, con il quale ha gia superato il record di gol personale con 4 gol in 16 giornate. Peccato che a volte sprechi tutto e non lo sfrutti. Sorpresa gradita

Cornelius (Parma): altro talento inespresso di un'Atalanta piena di giocatori incredibili. Trasferitosi a Parma, inizialmente partiva da riserva, ma appena schierato da D'Aversa per l'infortunio a Inglese non si è fatto pregare mettendo a segno ben 5 gol in 11 partite. Purtroppo un infortunio anche per lui, nel suo momento migliore, l'ha condizionato a saltare qualche partita. Tuttavia resta un profilo molto interessante con la sua stazza e potenza fisica potrebbe migliorare ancora il suo bottino di qui a fine stagione. Cecchino 

Palacio (Bologna): giocatore che a 37 anni suonati continua a trascinare il suo Bologna con prestazioni e giocate da grande campione. Il suo dinamismo e la sua visione di gioco si fanno sentire soprattutto in contropiede quando riesce a essere presente in area di rigore avversaria e segnare gia 5 gol all'attivo. Avrà ancora buone chances, schieratelo soprattutto in casa, Talento 

Sezione: Consigli Low Cost / Data: Dom 29 dicembre 2019 alle 14:00 / Fonte: Luca Nardi
Autore: Redazione Tuttofantacalcio / Twitter: @tuttofanta
Vedi letture
Print