Nome: Filippo "Pippo" Maniero
Nato il: 11 settembre 1972
Ruolo: attaccante 
Squadre in Serie A: Padova, Atalanta, Ascoli, Sampdoria, Verona, Parma, Milan, Venezia, Brescia (da giocatore) 
 
Attaccante dall’ottimo fiuto del goal, Pippo Maniero esordì tra i professionisti con la maglia del Padova, siglando 1 goal nella prima partita in Serie B della sua carriera da giovanissimo.

Dopo due buone stagioni condite da 3 goal in 17 presenze si trasferì in Serie A all’Atalanta. La stagione con il club  bergamasco, per quanto Maniero non giochi molto (appena 6 presenze e nessun goal segnato) sarà importante per la sua crescita come ci racconta lui stesso, durante la chiacchierata fatta con lui sul nostro canale Instagram: "più che compagni erano amici che ti insegnavano cosa fare, come giocare […] Sia all ‘Atalanta sia al Padova ti guidavano sulla giusta strada”.

Nella stagione successiva tornò al Padova. Dopo un discreto inizio di campionato nel quale trovò anche 1 goal in 4 presenze, si trasferì all’Ascoli, club con il quale realizzò il suo primo goal in serie A. Al termine della stagione saranno 4 goal in 17 presenze per lui. Tornò così per la terza volta al Padova, questa volta restandoci per tre stagioni. Con il club veneto conquistò una promozione nella stagione 1993-1994 e realizzò in totale 10 goal in 60 presenze, 9 dei quali in serie A in appena 31 presenze. Tra i suoi compagni di allora spicca sicuramente il nome di Alessandro Del Piero su cui ci dice: “si vedeva già da allora che aveva qualcosa in più rispetto agli altri”.

Le due stagioni successive, alla Sampdoria e al Verona, furono ricche di soddisfazioni per Maniero che realizzò 17 goal in 58 presenze​​​​​​, attirando l’interesse di un club prestigioso come il Parma. Con il club emiliano esordì in Champions League e realizzò 4 goal in 10 presenze in campionato venendo allenato da Ancelotti, per il quale Maniero ha parole al miele: “la sua dote è di essere una persona semplice, ti faceva sentire del gruppo anche se giocavi poco, perché la difficoltà dell’allenatore non è tenere gli 11, 12 che giocano sempre, ma quelli che vanno o in panchina o in tribuna e lui in quello era il migliore”.

Nella stagione successiva si trasferì al Milan e realizzò 3 goal in 13 presenze. Si trasferì successivamente al Venezia, nel quale rimase per quattro stagioni, delle quali tre nel massimo campionato, realizzando 54 goal in 116 presenze. Venne acquistato poi dal Palermo, compagine iscritta al campionato di Serie B e realizzò 13 goal in 31 presenze.

Dopo una stagione non esaltante al Brescia, nella quale realizzò 1 solo goal, ottenne la promozione in Serie A con il Torino, contribuendo alla stessa con 6 gol in 27 presenze. Dopo il fallimento della società granata venne ingaggiato dai Rangers, squadra nella quale però Maniero non esordirà mai e dopo 40 giorni rescise il suo contratto. Iniziò così per lui un peregrinare in squadre iscritte a campionati dilettantistici come il Piovese, la Legnarese e il Casalserugo.
Il 7 aprile 2008 partecipò a una partita benefica nella quale celebrò il suo ritiro dal calcio professionistico, anche se la sua ultima partita, con il Casalserugo, venne disputata nel 2010. Appesi gli scarpini al chiodo ha intrapreso la carriera da allenatore in società dilettantistiche. In totale ha segnato 77 goal in  241 presenze in Serie A
 
TOP 11
 
VINTAGE
4-3-1-2
Buffon
Cafù Nesta Thuram Maldini
J. Zanetti Pirlo Seedorf
Baggio
Ronaldo Batistuta
All: Ancelotti
 
ATTUALE
4-3-1-2
Handanovic
Di Lorenzo De Vrij Koulibaly Hernandez
Ruiz Pjanic M. Savic
Zaniolo
Quagliarella Lukaku
All: S. Inzaghi

Sezione: Borsino di TFC / Data: Ven 19 giugno 2020 alle 11:00 / Fonte: Alessandro Zarra
Autore: Redazione Tuttofantacalcio / Twitter: @tuttofanta
Vedi letture
Print