Nome: Francesco Flachi
Nato il: 08/04/1975
Ruolo: attaccante
Squadre in Serie A: Fiorentina, Sampdoria (giocatore)

"Ho avuto un rapporto con i tifosi della Sampdoria che va al di là del calcio, c'è stata una riconoscenza a livello d'amore sia da parte mia che da parte loro. Nel momento del bisogno ci siamo sempre stati per un'unica causa che è stata la Sampdoria. Ho sempre avuto un ottimo rapporto anche con i tifosi della Fiorentina, nonostante calcisticamente abbia fatto poco a Firenze, la mia città. Sono cresciuto lì e le vecchie generazioni mi ricordano con affetto, due anni fa i tifosi mi fecero uno striscione in segno di riconoscenza." Così Francesco Flachi, durante la chiacchierata con noi sul canale Instagram, ha commentato il suo rapporto con le tifoserie delle due squadre a cui è rimasto più legato nella sua carriera, mentre sul discorso fantacalcio ci ha rivelato: "non ho mai giocato e nel periodo in cui giocavo io, tra i giocatori non andava tantissimo. Sono sempre stato un po' curioso, ma non saprei gestire la situazione a livello di crediti".

Grande bomber di razza, Flachi ha iniziato la carriera nella squadra della sua città e per la quale ha sempre fatto il tifo, la Fiorentina, in cui ha militato dal 1988 al 1995 tra le fila delle giovanili e dal 1993 al 1996 in prima squadra, esperienza che l'ha visto protagonista di 34 presenze e 4 reti messe a segno tra Serie A e Serie B. Nella stagione 1996-1997 si trasferì tra le fila del Bari, in B, dove trovò Eugenio Fascetti in panchina ed ebbe modo di scendere in campo per 21 volte con 3 reti all'attivo che permisero ai pugliesi di centrare, a fine stagione, la promozione nella massima serie. Per il successivo campionato (1997/98) Flachi fece ritorno alla base a Firenze, dove rimase fino a gennaio racimolando 3 presenze in campionato, per poi essere girato all'Ancona in cadetteria dove diede un importante contributo alla causa (10 reti in 17 presenze) che tuttavia non bastò per raggiungere la permanenza in B. Nonostante l'ottima stagione, nel campionato successivo non trovò spazio a Firenze, finché non arrivò nel 1999 l'importante chiamata da parte della Sampdoria, squadra che nella chiacchierata sul nostro canale Instagram ha definito come la sua "amante perfetta", al contrario della Fiorentina che rappresenta metaforicamente sua "moglie". In blucerchiato arrivò la sua consacrazione definitiva, dapprima con quattro campionati di B giocati tutti da titolare e da grande protagonista (ben 17 reti nella stagione 2000/2001, per un totale in cadetteria di 134 presenze e 47 reti) e poi anche nella massima serie dove per alcune stagioni è stato uno degli assoluti protagonisti in ottica fantacalcio, visti gli ottimi numeri che lo resero uno dei pezzi più pregiati nel reparto offensivo: 107 presenze e 40 reti nel giro di quattro stagioni. In quegli anni Flachi divenne una bandiera per i tifosi ed ebbe anche modo di giocare in Coppa Uefa nella stagione 2005/2006 (6 presenze e 2 reti il suo bottino). L'ex capitano della Sampdoria ha concluso la sua carriera con le maglie di Empoli e Brescia tra il 2008 e il 2010: in entrambe le squadre ha cercato riscatto dopo un periodo non felice della sua carriera legato a vicende extrasportive. 15 presenze e 3 reti il suo bottino con i toscani, 14 presenze e 2 reti quello con i lombardi.

Successivamente al ritiro dal mondo del calcio, Flachi ha aperto una paninoteca e un ristorante a Firenze, assieme al suo ex compagno di squadra Luca Saudati.

Concludiamo l'articolo con le due formazioni top della Serie A scelte da lui, una relativa al passato e una all'attuale presente. Potrete trovare la nostra chiacchierata con lui sui nostri canali Facebook e YouTube.

TOP 11 VINTAGE:

4-2-3-1

Buffon

Cafù - Nesta - F. Cannavaro - Maldini

Pirlo - Seedorf 

Edmundo - Baggio - Ronaldo

Batistuta

TOP 11 ATTUALE:

4-3-3

Handanovic

Di Lorenzo - De Vrij - Milenkovic - Kolarov

Castrovilli - Tonali - Nainggolan

Ilicic - Immobile - Quagliarella

Sezione: Borsino di TFC / Data: Sab 25 aprile 2020 alle 11:00 / Fonte: Fabio Salis
Autore: Redazione Tuttofantacalcio / Twitter: @tuttofanta
Vedi letture
Print