Nome: Arturo Di Napoli 
Nato il: 18 aprile 1974
Ruolo: attaccante
Squadre in serie A: Napoli, Inter, Vicenza, Empoli, Piacenza, Venezia, Messina (giocatore)


“È sempre stato un gioco che mi ha fatto sorridere, è congregazione, io ci sto, ma mi dovete dare una mano perché io sono un disastro.”
Così Arturo Di Napoli, soprannominato dai suoi tifosi Re Artù, ci ha risposto quando gli abbiamo chiesto cosa ne pensasse del fantacalcio.
Attaccante abile tecnicamente e con un buon fiuto del gol, Di Napoli cresce nelle giovanili dell'Inter, da cui venne girato in prestito all’ Acireale, squadra di Serie B, nella quale gioca 21 partite segnando il suo primo gol tra i professionisti. Venne poi prestato in serie C al Gualdo, dove realizza 10 reti in 31 presenze nella stagione 94-95. Successivamente venne ceduto in comproprietà al Napoli, club con il quale esordisce in Serie A e disputa un’ottima stagione realizzando 5 gol in 27 presenze.
La stagione successiva però Di Napoli ebbe parecchie difficoltà: giocò infatti pochissimo (appena 7 presenze) e a gennaio tornò all'Inter che riscatta la metà del suo cartellino dal Napoli. Andò così nuovamente in prestito al Vicenza, con il quale va in gol 6 volte in 25 presenze, centrando una storica semifinale in Coppa delle Coppe che ricorda così: "arrivammo quasi in fondo alle Coppa delle Coppe […] Un sogno che era pazzesco, arrivammo in semifinale, per una realtà come il Vicenza che andava a perdere con il Chelsea era una cosa non male. […] Me le ricordo con gran piacere”.

Passò poi all’Empoli, realizzando 11 goal in 25 presenze, non riuscendo però a evitare la retrocessione della squadra toscana in Serie B. Nell’anno seguente lasciò definitivamente l’Inter passando al Piacenza, in cui sigla 4 reti in 18 presenze, inutili però al fine di evitare la retrocessione del club emiliano. Viene acquistato quindi dal Venezia, squadra che militava nel campionato cadetto e con la quale nella sua prima stagione realizzò 16 reti in 35 presenze e conquista la promozione in Serie A. La stagione successiva, però, non sarà all’altezza di quella passata per Di Napoli che segnò un solo goal in 25 presenze. Si trasferisce nella stagione seguente al Palermo, in seguito dell’acquisizione del club rosanero da parte di Zamparini (precedentemente proprietario proprio del Venezia) nel quale disputò una buona stagione siglando 5 reti in 30 presenze.

Passò così al Messina, disputando 4 ottime stagioni nella formazione giallorossa formando un celeberrimo trio con Iliev e Zampagna: una in Serie B durante la quale contribuì alla promozione in Serie A della sua squadra con 19 goal in 39 presenze e altri 3 in Serie A segnando in totale 24 gol in 89 presenze.
Da segnalare in questo periodo una settima posizione ottenuta in Serie A con il suo club nella stagione 2004-2005 e il record di goal in Serie A, 13, ottenuto nella stagione successiva.
Si trasferì poi alla Salernitana, disputando due ottime stagioni prima in Serie C, realizzando 21 gol in 32 presenze e contribuendo alla promozione del club campano in Serie B e una nel campionato cadetto durante la quale realizza 13 gol in 37 presenze. Tornò romanticamente al Messina nella stagione 2009-2010 in Serie D, siglando 20 goal in 32 presenze in campionato. Passò successivamente al Venezia dove giocò solo 11 partite. Infine trascorse le sue ultimi 2 stagioni in carriera alla Caronnese, dove ha realizzato 27 goal in 44 presenze. Si ritira con un totale di 187 reti in 526 presenze.
Appesi gli scarpini al chiodo inizia la sua carriera da allenatore, prima in eccellenza con il Rieti, successivamente al Riccione in serie D e con il Savona in Lega Pro. 
Dopo un’esperienza all’estero nel Vittoriosa Stars, squadra che milita in First Division, la serie B maltese, torna al Messina per la terza volta in veste di allenatore.Durante la breve esperienza in Sicilia, però, Di Napoli ebbe problemi con la giustizia sportiva a causa dello scandalo calcioscommesse. Ad oggi allena il Cologno, squadra di prima categoria lombarda.
Concludiamo l'articolo con le due formazioni top della Serie A scelte dal mister, una relativa al passato e una all'attuale presente.
 
 
TOP 11 VINTAGE
 
4-3-3
 
Buffon
Zambrotta - Cannavaro - Thuram - Malindi
Gattuso - Pirlo - Zidane
Totti - Ronaldo - Del Piero
All Prandelli
 
TOP 11 ATTUALE
 
4-3-3
 
Handanovic
Cuadrado - Koulibaly - Chiellini  - A. Sandro
Nainggolan - Sensi - Zaniolo
Ilicic - Quagliarella - Ronaldo
All Gasperini

Sezione: Borsino di TFC / Data: Gio 07 maggio 2020 alle 11:00 / Fonte: Alessandro Zarra
Autore: Redazione Tuttofantacalcio / Twitter: @tuttofanta
Vedi letture
Print