L'ennesimo partita senza vittoria del Milan, lo 0-0 interno con la Sampdoria, mette ancora più in risalto un problema già parecchio evidente: il Milan non sa fare gol. I numeri sono impietosi: 16 gol segnati in 18 giornate, meglio solo di Spal e Udinese e a pari merito con il Brescia.

I risvolti fantacalcistici ne sono la ovvia conseguenza, con i giocatori offensivi tutti sotto soglia di quello che ci si aspettava. Il flop più grosso è senz'altro Piatek, fermo a 4 gol, seguito da Leao a 1 solo gol. Per i centrocampisti la musica di certo non cambia, Calhanoglu e Bonaventura sono fermi a 2 gol mentre a 1  troviamo Kessie e Suso (lo spagnolo con fantamedia addirittura sotto al 6). L'unica nota positiva è in difesa, con Theo Hernandez già a 4 gol con un rendimento da vero top di reparto.

Cosa cambierà con l'arrivo di Ibra? In linea di principio crediamo che porterà senz'altro benefici, in primis in termini di numeri personali perchè nonostante l'età ha già dimostrato di non aver perso la sua classe. Potrebbero anche beneficiarne i centrocampisti, in particolare proprio Calhanoglu e Bonaventura che potranno trarre vantaggio dalle giocate in profondità e degli uomini che lo svedese è in grado di portare via per marcarlo. Non escludiamo un miglioramento di Piatek e Leao, qualora Pioli decidesse di cambiare modulo ed affiancarli a turno al numero 21.

Sezione: Borsino di TFC / Data: Mer 08 gennaio 2020 alle 17:00 / Fonte: Antonio Laus
Autore: Redazione Tuttofantacalcio / Twitter: @tuttofanta
Vedi letture
Print