È stato un Europeo trionfale non solo per la Nazionale italiana ma anche per tutta la Serie A, i cui giocatori hanno fatto benissimo durante tutta la competizione continentale. La squadra bergamasca si conferma rivelazione anche a Euro 2020 con 5 marcatori diversi andati in rete (record condiviso con Juve e Manchester City) per un totale di 7 reti segnate. Il 1° goal in ordine temporale è stato quello di Miranchuk (3 partite, 1 goal, FMV 7.16) contro la Finlandia che ha riportato un atalantino a segnare 1 goal in ​​​​​una fase finale di un europeo o un Mondiale, l'ultimo era stato Caniggia a Italia '90. Altrettanto storica la rete di Pessina, primo giocatore della Dea a segnare in una fase finale di un europeo o Mondiale con la maglia azzurra, che si ripeterà negli ottavi contro l'Austria portando a 2 goal e 1 giallo in 3 partite (FMV 8.5)il suo bottino personale, come 2 sono i goal di Mæhle in 6 partite (FMV 7.6), 1 goal1 assist per Gosens (FMV 6.87) in 4 match, 1 rete in appena 1 spezzone di gara per Mario Pasalic (FMV 10) con la Croazia, 1 assist in 3 presenze per Toloi (FMV 6.16). Le note negative vengono da Malinovskyi (1 rigore sbagliato1 assist in 4 partite, FMV 5.12), Freuler (1 assist e 1 rosso in 5 partite, FMV 6.87) e De Roon (1 giallo in 3 partite, FMV 5.33)

Sezione: Borsino di TFC / Data: Gio 15 luglio 2021 alle 09:00
Autore: Lorenzo Stefoni
Vedi letture
Print