Conferenza stampa di presentazione per Vincenzo Italiano come nuovo tecnico della Fiorentina, ecco le sue prime parole da allenatore viola: "La scelta di venire a Firenze mi vedrà portare con me il cuore. Cercherò di mettere in atto ciò che mi ha chiesto la società, l'obiettivo è essere riconoscibili e temibili contro qualsiasi squadra"

IL MODULO: "Mi piace vedere un tipo di atteggiamento e di intensità, non voglio vedere una squadra che subisce l'avversario. Sui moduli si può discutere ma ciò che conta è l'atteggiamento."

VLAHOVIC: "Si tratta di un attaccante straordinario, ha una fame incredibile, cercherò di sfruttare tutte le sue qualità anche se gli chiederò qualcosa di diverso dal passato"

IL REGISTA: "Mancano ancora i nazionali e poi c'è Pulgar che ricopre questo ruolo".

NICO GONZALEZ: "È titolare dell'Argentina che ha vinto la Copa América, è un giocatore che ha qualità, fisico e un gran mancino. Sarà un elemento del tridente da cui partiremo."

DIFESA: "Per me questo reparto è sempre stato a 4, se difendi lontano dall'area di rigore hai meno possibilità di prendere goal. Quando hai Pezzella, Milenkovic, Biraghi e Quarta vuol dire che hai una difesa di altissimo livello. Sta a me convincerli di non aver paura di osare"

AMRABAT: "È un giocatore di alto livello se si mette a disposizione uno con la sua fisicità e dinamicità può fare tutto. Se poi un giocatore alza la mano e si lamenta di qualcosa ne parleremo e valuteremo il da farsi"

L' ex tecnico dello Spezia ripartirà dal 4-3-3 con cui ha raggiunto la salvezza con i liguri. Dal punto di vista fantacalcistico con questo sistema di gioco può ritrovare la titolarità Callejon nel tridente accanto al nuovo acquisto Gonzalez e Vlahovic, a centrocampo il regista sarà Pulgar, da valutare l'utilizzo di Amrabat.

Sezione: Borsino di TFC / Data: Ven 16 luglio 2021 alle 13:00
Autore: Lorenzo Stefoni
Vedi letture
Print