Conferenza stampa di presentazione per Max Allegri, tornato in questa stagione sulla panchina della Juventus: "Sono un po' emozionato e un po' in difficoltà, vediamo di rompere il ghiaccio con le vostre simpatiche domande"

SUI GIOCATORI CHE NON HA ALLENATO ALLA JUVE: "Rabiot ha qualità importanti, deve fare molti più goal dei 3 dello scorso anno, McKennie è un giocatore che si vede che ha l'istinto del goal, è freddo sotto porta"

RONALDO: "Sono felice di ritrovarlo, ha una responsabilità maggiore vista la sua età, mi aspetto molto dal punto di vista dell'esperienza. Io so che lui fa goal, sia che giochi a sinistra o a destra sia che giochi al centro"

DYBALA: "È il vice-capitano, ha 28 anni, ho ritrovato un uomo dopo 2 anni. Si è presentato nel migliore dei modi, conto molto su di lui"

KULUSEVSKI: "Ha un motore importante, deve crescere in fase realizzativa"

SUI TIRATORI SU PUNIZIONE: "Ronaldo può calciarle da lontano, Dybala più da vicino, poi chissà se arriva un calciante di destro bravo..."

IL RUOLO DI CUADRADO: "Dire dove giocherà ora sarebbe presuntuoso, bisogna trovare degli equilibri. Dobbiamo giocare bene a calcio e fare risultato"

BERNARDESCHI: "È un giocatore importante con la testa giusta"

ARTHUR: "Si è operato subito non ho avuto modo neanche di vederlo. È un buon giocatore, molto tecnico ha subito un infortunio di cui ci sono poche casistiche, speriamo di riaverlo tra 1 mese e mezzo"

Pur non offrendo molti spunti sul modulo di gioco, Allegri sa a quali uomini affidarsi per tornare a vincere: Ronaldo e Dybala. Il portoghese vista anche la presenza di Morata in rosa, giocherà come ala o come centravanti a seconda della esigenze, ma non sarà esente da rotazioni come dichiarato dal tecnico livornese. Ruolo centrale per Dybala che sarà il vice-capitano e da cui si aspetta molto. Occhio a Rabiot e McKennie in sede d'asta, due giocatori che il tecnico vuole mettere in condizione di essere maggiormente efficaci dal punto di vista realizzativo. 

Sezione: Borsino di TFC / Data: Mar 27 luglio 2021 alle 16:11
Autore: Lorenzo Stefoni
vedi letture
Print