Che l'Hellas Verona fosse una squadra ostica da affrontare e difficile da punire lo si era già capito durante tutta la passata stagione, in cui aveva fatto vedere pragmatismo e una grandissima capacità di sacrificio. Quest anno è ancora più chiara l'impronta tecnica di Juric, che obbliga i suoi a un'ossessiva ricerca della marcatura a uomo e del movimento senza palla.

Con questa grande intensità espressa non devono quindi stupire i numeri difensivi degli "scaligeri", che hanno permesso a Silvestri di non prendere malus in 3 partite su 6 e di subire solo tre -1 nelle altre tre. Sono quindi ben lontani gli scivoloni che erano arrivati nel periodo post-Covid conclusosi con la imbarcate contro Lazio e Genoa a cavallo tra luglio e agosto (5-1 e 0-3), in cui l'estremo portiere non era stato Silvestri, ma che comunque aveva portato tanti dispiaceri ai fantallenatori che avevano puntato su Rraahmani, Veloso e co.
Considerati dunque il pressing aggressivo e il grande agonismo messo in campo dai gialloblù non ci deve stupire il cospicuo numero di cartellini gialli sventolati sotto i loro occhi: sono quarti nella speciale classifica "grazie" a 14 malus da -0,5.
 
Fantacalcisticamente parlando, l'imperforabilità della difesa gialloblù è una vera e propria manna dal cielo per chiunque ne possegga i giocatori. Silvestri ha una straordinaria fantamedia di 5,92, addirittura 6 per Cetin (purtroppo al momento fermo per infortunio, ma che ha giocato 3 partite). Molto positivo Lovato che fa felice chi ha puntato su di lui per un eventuale modificatore di difesa: 6.14 di fantamedia con un 7 e due 6,5. Sulle fasce? Di Marco grazie all'ottima prova e ai due assist contro il Benevento attesta il fantavoto su 6.3, meno bene Faraoni (fmv solo 5,7 per ora) ma ci ha abituati a un buon numero di bonus e potrà rifarsi. Il peggiore? Empereur non è mai parso troppo sicuro e porta una media del 5,5.

Sezione: Borsino di TFC / Data: Mar 03 novembre 2020 alle 11:00
Autore: Nicolò Lorenzetti
Vedi letture
Print