Avere in rosa un attaccante prolifico non sempre rappresenta una garanzia di salvezza: infatti Cagliari, Genoa e Venezia, nonostante la presenza di alcuni buoni attaccanti in rosa, non sono riuscite a salvarsi. Quindi, ora tali calciatori fanno gola a diversi club, pronti a fare affidamento sulle loro doti realizzative.

JOAO PEDRO: sicuramente è lui il pezzo pregiato che fa venire l'acquolina in bocca a molte società, perché l'italo-brasiliano rappresenta un'opportunità di fare un vero affare, viste soprattutto la sua duttilità e fiuto del gol, di cui da diversi anni garantisce un cospicuo numero. Per il capitano del Cagliari sembrerebbe essere arrivata l'ora di lasciare la Sardegna per sbarcare in qualche altro lido (probabilmente Salerno) per continuare a giocare ai massimi livelli.

DESTRO: dopo due buone stagioni al Genoa (soprattutto la prima), il “veterano” classe '91 in Serie A da ben 12 anni, non ha di certo voglia di fermarsi, soprattutto dopo la fiducia ritrovata e l'esperienza da vendere. A 31 anni è il classico attaccante da 8/10 gol a campionato che può far comodo a qualunque squadra. La sua destinazione dovrebbe essere Empoli. 

HENRY: il centravanti francese è reduce da 9 reti nella sua prima avventura italiana con i colori del Venezia, dove ha mostrato le sue qualità. Il classe '94 potrebbe vestire dunque un'altra casacca il prossimo anno (dovrebbe accasarsi all' Hellas Verona). Per ora ha declinato offerte dall'estero perché desideroso di continuare la propria carriera nel nostro paese.

OKEREKE: in laguna non resterà certamente neppure il nigeriano, il quale tornerà ai belgi del Club Bruges proprietari del suo cartellino, ma dopo le 7 marcature in arancioneroverde e diverse buone prestazioni potrebbe rapidamente ritornare in Italia, nazione dove ha mosso i primi calci ed ha esordito da professionista e che potrebbe ancora accoglierlo nel prossimo futuro.

Seguici su TWITCH
Sezione: Borsino di TFC / Data: Ven 24 giugno 2022 alle 11:00 / Fonte: Vincenzo Camodeca, Fabio Salis
Autore: Redazione Tuttofantacalcio / Twitter: @tuttofanta
vedi letture
Print