Nonostante il recente rinnovo del contratto fino al 2023, il presidente del Cagliari Giulini ha deciso di esonerare il tecnico Eusebio Di Francesco, protagonista di un ruolino di marcia da incubo alla guida della squadra rossoblù, con appena 1 punto conquistato nelle ultime 10 partite di campionato. La società rossoblù ha deciso di puntare su mister Leonardo Semplici, tecnico che, dal 2014 al 2020, è stato l'artefice del "miracolo" Spal. Alla guida della squadra di Ferrara è riuscito infatti a compiere il doppio salto dalla C alla A, trascinando i biancoblù addirittura ad una doppia salvezza consecutiva nella massima serie (un 17^ posto nel 2017/2018 e un 13^ posto nel campionato successivo). A distanza di un anno dall'esonero dalla panchina della Spal, ora per il tecnico toscano inizia una nuova avventura in Serie A, con l'obiettivo di cercare di risollevare la squadra sarda, terzultima in classifica con soli 15 punti raccolti in 23 giornate.

L'ex tecnico della Fiorentina primavera ha sperimentato diversi moduli nel corso della sua carriera da allenatore, in base alle esigenze tattiche delle squadre allenate, caratterizzandosi per la sua poliedricità: alla guida della Spal ha utilizzato soprattutto il 3-5-2, passando all'occorrenza al 4-3-3 (anche a partita in corso). Le varianti a questi moduli utilizzate dall'allenatore sono rispettivamente il 3-4-1-2 e il 4-3-1-2, con la prima che potrebbe essere proprio quella scelta come modulo per la squadra cagliaritana per il finale di questo campionato. Analizziamo dunque le possibili formazioni tipo:


MODULO 3-4-1-2

Cragno

Ceppitelli (Walukiewicz) - Godin - Rugani

Zappa - Nandez - Marin (Duncan) - Lykogiannis (Asamoah)

Nainggolan

Joao Pedro - Simeone (Pavoletti)

Questo è lo schieramento tattico (assieme al 3-5-2) con cui Semplici ha ottenuto ottimi risultati ai tempi della Spal. Questo sistema di gioco si basa sul gioco in verticale e sullo sfruttamento delle corsie esterne, dove Zappa a destra e Lykogiannis a sinistra si possono ben adattare al gioco del tecnico fiorentino, ma con Asamoah che scalpita e potrebbe alternarsi con il greco sulla corsia di sinistra. La linea difensiva a 3 vede come possibili interpreti Godin (punto fermo della retroguardia rossoblù), che, a parte l'errore di marcatura sul gol di Bremer, nelle ultime uscite ha mostrato una leggera crescita a livello di rendimento, con il rientrante Ceppitelli e l'ultimo acquisto Rugani a completare il reparto. Il polacco Walukiewicz, nonostante il deludente rendimento dell'ultimo periodo, può essere un'alternativa all'ex Bari. A centrocampo Nandez potrebbe essere confermato in mediana assieme a Marin, anche se l'uruguaiano potrebbe essere sfruttato dal nuovo tecnico come esterno di destra al posto di Zappa, valorizzando le sue caratteristiche. Con questo spostamento, verrebbe inserito Duncan in mediana. Sulla trequarti c'è la conferma di Radja Nainggolan. In attacco Joao Pedro, con 11 reti all'attivo, è il punto fermo e in questo scacchiere tattico giocherebbe più vicino alla porta, avendo la possibilità di trovare più bonus. Per l'altro posto in attacco ballottaggio tra Simeone e Pavoletti, con il "cholito" leggermente favorito sull'ex Genoa.

*************************************

MODULO 4-3-3

Cragno

Zappa - Godin - Rugani - Lykogiannis (Asamoah)

Nandez - Marin (Duncan) - Nainggolan

Joao Pedro - Simeone (Pavoletti) - Sottil (Pereiro)

Questa è un'altra soluzione percorribile, tenendo conto anche delle caratteristiche della rosa. Con questo modulo la principale novità sarebbero l'inserimento di Sottil come esterno alto di sinistra, le cui caratteristiche offensive potrebbero essere esaltate, e l'abbassamento delle due ali Zappa e Lykogiannis. Dal lato opposto Joao Pedro agirebbe come esterno di destra, ma il brasiliano ha già dimostrato in passato di non rispecchiarsi in pieno in questo ruolo che lo vedrebbe lontano dalla porta. A centrocampo Marin agirebbe in cabina di regia, con Nandez e Nainggolan a posizionarsi nel ruolo di mezzala destra e sinistra. Nel reparto difensivo perderebbe il posto Ceppitelli, con la titolarità di Godin e Rugani al centro della difesa.

Per quanto riguarda l’appetibilità dei singoli non segnaliamo particolari variazioni. Per coloro che lo possiedono in rosa, continuate a puntare su Joao Pedro, protagonista di una discreta stagione, nonostante il calo fatto registrare nell'ultimo periodo. Radja Nainggolan per il momento è rimandato, ma potrebbe trovare una migliore condizione con il passare delle giornate. La possibile sorpresa potrebbe essere Sottil che con il nuovo tecnico potrebbe rilanciarsi.

Sezione: Borsino di TFC / Data: Lun 22 febbraio 2021 alle 15:42 / Fonte: Fabio Salis
Autore: Redazione Tuttofantacalcio / Twitter: @tuttofanta
Vedi letture
Print