Fantacalcio, Flop delle prime 3 giornate di campionato

06.09.2018 18:00 di Redazione Tuttofantacalcio Twitter:   articolo letto 753 volte
Fonte: Bruno Bertucci
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Fantacalcio, Flop delle prime 3 giornate di campionato

Con questa rubrica andremo a vedere ci giocatori Flop di questa giornata per ogni reparto. Scopriamo insieme chi ha deluso in questo primo scorcio di stagione...

PORTA 

Berisha (Atalanta): l'estremo difensore degli orobici rischia di perdere il posto da titolare ai danni di Gollini. In queste prime 3 giornate, infatti, è sceso in campo appena una volta subendo 1 gol ed ottenendo un voto al di sotto della sufficienza.

Handanovic (Inter): fa strano vedere uno dei migliori portieri per rendimento e per bonus tra i flop, eppure in questo primo scorcio di campionato ha rimediato 3 gol in 3 presenze, con una media voto che si aggira sul 5,67.

Scuffet (Udinese): da diversi anni, ormai, è sceso dalle luci della ribalta non garantendo titolarità e prestazioni sufficienti. Attualmente ha giocato tutte e 3 le prime partite, vedendosi gonfiare la porta 3 volte. Media poco superiore al 5,5. Dovrà dimostrare ben altro se vorrà rimanere il numero uno dei friulani.

DIFESA

Jaroszynski (Chievo): Il terzino clivense è sceso in campo una sola volta portando a casa una prestazione non all'altezza della massima categoria del calcio nostrano. Zero propensione offensiva e fase difensiva disastrosa, ne fanno traballare la titolarità. Attualmente il suo unico voto preso è un 4.

Mario Rui (Napoli): saranno i nuovi dettami tattici che Ancrelotti ha fornito ad i partenopei, eppure il terzino ex-Roma non ha brillato in questa prima parte di campionato. In 3 presenze ha rimediato un ammonizione voti sotto la sufficienza. La sua media-voto si aggira sul 5.

Dalbert (Inter): l'essterno nerazzurri è sceso in campo due volte su tre, non garantendo solidità difensiva. Mai pericoloso in fase offensiva, non riesce a dare il là ad azioni pericolose sulla sua corsia. Media poco superiore al 5.

CENTROCAMPO

Dzemaili (Bologna): sembra il lontano parente di quel centrocampista che regalava bonus e prestazioni maiuscole al Dall'Ara di Bologna. In 3 apparizioni ha rimediato solamente un'ammonizione e portate con sè prestazioni di molto sotto la sufficienza (basti pensare che la sua media voto è 4,83).

Milinkovic-Savic (Lazio): 3 apparizioni, 1 cartellino giallo rimediato e media di poco inferiore al 5,5. Sembra impossibile che questi tre dati appartengono ad uno dei migliori centrocampisti di tutto il campionato. Dalla sua ha la difficoltà elevata dei match elevati, ma un grande giocatore dovrebbe essere in grado di portare a casa prestazioni adeguate anche contro compagini solide e ben rodate.

Cristante (Roma): non è mai facile calarsi in una nuova realtà, soprattutto se viene chiesto un salto di qualità ad un giovane centrocampista che fino ad un anno fa veniva "coccolato" ed esaltato allo stesso tempo. L'ex orobico nella capitale ha collezionato tre presenze e rimediato un provvedimento disciplinare che gli è costato un meno 0,5 nel computo finale del voto. La sua media si aggira sul 5,6.

ATTACCO

Lasagna (Udinese): E' stato confermato come terminale offensivo dei friulani, con il compito di portare a casa diversi bonus. In 3 giornate ha collezionato solamente un'ammonizione, senza segnare reti o dispensare assist. 5,17 la sua media-voto.

Dybala (Juventus): si poteva immaginare che con l'acquisto di Cristiano Ronaldo, il fantasista bianconero potesse avere qualche difficoltà in più ad emergere. Nessuno, però, poteva pensare che nelle prime 3 giornate il numero 10 della Juve scendesse in campo una sola volta giocando una partita anonima e senza guizzi.

El Shaarawy (Roma): ancora non è in una condizione ottimale e non riesce a garantire quelle giocate che tanto servirebbero ai ragazzi di Di Francesco. In due partite zero bonus e soprattutto una media di 5,5 ne rappresentano perfettamente il momento negativo che sta passando "il Faraone".