Fantacalcio, CHI SALE & CHI SCENDE 20^ GIORNATA

07.01.2018 10:30 di Redazione Tuttofantacalcio Twitter:   articolo letto 343 volte
Fonte: Gianni Rendina
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS
Fantacalcio, CHI SALE & CHI SCENDE 20^ GIORNATA

Chi Sale & Chi Scende, la rubrica creata per analizzare le statistiche di quei giocatori che rendono molto sopra la loro media o molto sotto. I migliori e i peggiori della 20^ giornata di serieA.



CHI SALE
Bonucci: Finalmente è riuscito a "spostare gli equilibri" realizzando la rete che porta i 3 punti al Milan. Un'ottima prestazione coronata dal gol rocambolesco dovuto alla sciagurata uscita del portiere Cordaz che fà rimbalzare la palla sulla schiena del difensore rossonero per poi insaccarsi in porta.

Coda: Fino a qualche settimane fà era con la valigia in mano pronto ad andare via da Benevento, invece dai suoi piedi arrivano gol vitali per sperare di raggiungere quel miraggio chiamato salvezza. E lo fà con una magistrale doppietta che regala ai campani linfa per cercare la memorabile impresa.

Callejon: Torna dopo nove giornate a portare il +3 in pagella. Certo lo spagnolo non è un bomber di razza, ma questa stagione sta segnando poco rispetto le ultime stagioni con la casacca del Napoli.

 

CHI SCENDE
Perotti: Lontano anni luce da quello delle scorse stagioni, dove portava ai propri fanta-possessori prestazioni sopraffini e tanti bonus. L'argentino fin ora in 16 partite giocate ha totalizzato solo 3 gol, 1 assist e sbagliato ben 2 calci di rigore.

Mertens: Sembra che il belga si sia dimenticato come si segna. Non solo è a digiuno in campionato da 9 giornate, ma soprattutto è calato di rendimento andando più volte sotto la sufficienza. La sosta invernale gli servirà per ricaricare le pile e ritrovare la verve perduta.

Kalinic: Stagione nuova e maglia nuova, ma il rendimento altalenante non è cambiato. Anche con la maglia del Milan, così come fatto con quella della Fiorentina le scorse stagioni, il croato continua a rendere ad intermittenza. Continuando così rischia di diventare la riserva di Cutrone.