Fantacalcio, CHI SALE & CHI SCENDE 18^ GIORNATA

 di Redazione Tuttofantacalcio Twitter:   articolo letto 608 volte
Fonte: Gianni Rendina
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Fantacalcio, CHI SALE & CHI SCENDE 18^ GIORNATA

Chi Sale & Chi Scende, la rubrica creata per analizzare le statistiche di quei giocatori che rendono molto sopra la loro media o molto sotto. I migliori e i peggiori della 18^ giornata di serieA.



CHI SALE
Destro: La cura Donadoni porta buoni effetti sull'attaccante del Bologna, che questa giornata di campionato ha fornito un'ottima prestazione realizzando una doppietta. Nelle ultime 6 partite ha segnato 4 gol, continuando così potrebbe tranquillamente raggiungere la doppia cifra e diventare un leader vero della squadra oltre ai soliti noti Verdi e Palacio.

Barak: Questa giornata ha addirittura siglato una doppietta contro il Verona. E chi lo ferma più il giovane talento ceco, che continua a portare bonus ai propri fanta-possessori. C'è dà fare un applauso all'Udinese per aver centrato l'ennesima scoperta tra i giovani sconosciuti dei campionati esteri.

Lulic: Entra al 21' del secondo tempo e cambia letteralmente la partita della Lazio, servendo prima l'assist a Immobile e poi nel finale fa sedere Ajeti con una finta e batte Cordaz per il gol del momentaneo 3-0.

 

CHI SCENDE
Icardi: Partita da dimenticare per l'inter e soprattutto per l'argentino, che non solo offre una prestazione bruttissima sbagliando l'impossibile, ma si fà parare anche un rigore da Consigli. Questa giornata il capocannoniere della serieA ha dato una batosta a chi lo possiede al fantacalcio con un 4,5 in pagella e un -3 di malus.

Kolarov: Da lui non ce l'aspettavamo una prestazione così incolore dopo l'ottimo rendimento dimostrato fino alla scorsa giornata di campionato. Ok che la Roma giocava in casa della Juventus, ma il terzino non ha mai spinto sulla fascia subendo per di più gli attacchi di Cuadrado. Questa giornata porta ai suoi fanta-possessori un 5 meno un malus di 0,5 dovuta all'ammonizione. 

Niang: Altra prova insufficiente per il senegalese, che non ha saputo sfruttare l'opportunità di giocare dal 1' minuto al posto dell'infortunato Ljajic. Ci aspettiamo che Mihajlovic gli farà scaldare più di una panchina nelle prossime giornate di campionato.