Fantacalcio, ANALISI ATTACCANTI 2018/2019

10.08.2018 11:00 di Redazione Tuttofantacalcio Twitter:   articolo letto 4834 volte
Fonte: Antonio Laus
Fantacalcio, ANALISI ATTACCANTI 2018/2019

In questo breve articolo vi vogliamo dare qualche consiglio sulle scelte da fare, in fase d'asta, per la scelta dei vostri attaccanti. Per farlo abbiamo suddiviso il ruolo in quattro categorie: Top, Flop, Low Cost e Surprise.

TOP
Cristiano Ronaldo: giocatore che seppur dovesse saltare qualche partita per via del turnover vanterà almeno 20 gol e siamo sicuri non soffrirà minimamente l'impatto con il campionato italiano. Senza dubbio la prima scelta per cui bisognerà fare grossi sacrifici in termini di spesa. Attenzione però a trascurare gli altri reparti solo per accaparrarsi il portoghese.

Icardi: Altro giocatore che ha garantito nel corso di questi anni un numero notevole di gol con grande costanza. La prospettiva può essere addirittura quella di migliorare i suoi numeri dato il rafforzamento della rosa di Spalletti. Anche qui per il suo acquisto bisognerà spendere moltissimo ed accontentarsi di profili più modesti per completare l'attacco ma è una scelta che comunque vale la pena fare. 

Higuain: il neo acquisto rossonero ritornerà ad essere, come ai tempi di Napoli, il punto di riferimento del gioco offensivo, condizione che sicuramente privilegia rispetto ai tempi di Torino. Profilo dunque di primissimo livello che potrà garantire gol e alto rendimento per tutta la stagione. Da prendere senza pensarci, regalerà grandi soddisfazioni.

 

FLOP
Petagna: il trasferimento alla Spal è difficile che possa giovargli in termini di rendimento. Giocatore che ha sempre faticato a trovare la via del gol, pur potendo beneficiare di un gioco molto offensivo, andrà a trovarsi in un sistema che privilegia la fase difensiva e in cui trova comunque la concorrenza dei compagni di reparto. Profilo decisamentre sconsigliato.

Niang: il suo arrivo a Torino si pensava potesse migliorare il suo rendimento che comunque è stato ben al di sotto delle aspettative lo scorso anno. Il probabile rilancio di Belotti e il nuovo modulo potrebbero penalizzarlo ulteriormente ed andare a impoverire il suo score che a dir la verità non è mai stato esaltante. Poche dunque le motivazioni per acquistarlo.

Ciofani: attenzione a non farvi ingannare dal giocatore visto nella sua prima e unica esperienza in A. Il Frosinone in attacco ha cambiato qualcosa e l'acquisto di Ciano (l'anno scorso il migliore dei suoi) insieme a quello appena concretizzato di Perica potrebbero relegarlo a comprimario. Acquisto dunque da valutare solo eventualmente per l'ultimo slot.

 

LOW COST
Barrow: questo giovane attaccante ha sorpreso tutti lo scorso anno quando Gasperini l'ha tirato fuori dal nulla e ha concluso la stagione come titolare dell'attacco atalantino. Quest'anno partirà dietro Zapata ma avrà senz'altro le sue chances, considerando anche gli impegni di Europa League. Il suo acquisto dunque, a pochi crediti, può regalare piacevoli sorprese.

Stepinski: lo scorso anno, partendo dietro Inglese, ha trovato diversi gol mietendo vittime anche illustri come Milan, Inter e Napoli. Quest'anno non avrà più la concorrenza del neo acquisto dei partenopei per cui con un minutaggio maggiore avrà occasione di arricchire pure il suo score. Anche qui il prezzo deve essere in ogni caso ponderato a quello che è l'effettivo valore del giocatore quindi non esagerate. 

Berardi: veniamo all'esterno del Sassuolo che finisce dopo due stagioni nettamente deludenti tra i low cost. Difficile potersi aspettare una stagione come la prima in A con 16 gol, visti i numeri recenti ma il cambio di allenatore e la sua voglia di riscatto potrebbero far migliorare il suo rendimento che rapportato ad un prezzo d'acquisto molto più basso rispetto a quello degli ultimi anni, può rivelarsi una piacevole intuizione di mercato.

 

SURPRISE
Lautaro Martinez: profilo che incuriosisce fantallenatori e non solo. Giocatore tecnicamente e fisicamente molto valido che ben si presta al gioco di Spalletti. Non parte titolare ma troverà spesso spazio soprattutto in fasi della partita in cui serviranno due attaccanti e siamo certi che possa dimostrare il suo valore. Giocatore dunque da 5/6 slot che nel corso del tempo potrebbe rivelarsi più di un semplice rimpiazzo.

Milik: tanti gravi infortuni e un assetto di gioco trovato da Sarri che lo ha praticamente reso un corpo estraneo per gran parte di questi due anni in maglia azzurra. L'arrivo di Ancelotti e una ritrovata condizione, nonostante la concorrenza sia aumentata, siamo certi possano favorire la sua rinascita, senza dimenticare che già nello scorso finale di stagione è stato spesso decisivo.

Klujvert: il figlio d'arte non parte titolare, ma considerate le sue qualità e la sua freschezza atletica è tutt'altro da escludere che possa diventarlo. Se confermerà quello che abbiamo visto all'Ajax e nelle prime amichevoli estive sarà senz'altro un protagonista tra gli uomini di Di Francesco dunque fate più di un pensiero al suo acquisto.