Fantacalcio, CONSIGLI LOW COST 7^ GIORNATA

Milenkovic vuole regalare un altra gioia ai fantallenatori, Soriano e Linetty alla ricerca del primo goal, Pandev e Cutrone alla caccia di un +3 per rilanciarsi
28.09.2018 09:00 di Redazione Tuttofantacalcio Twitter:   articolo letto 1403 volte
Fonte: Fabio Salis
Fantacalcio, CONSIGLI LOW COST 7^ GIORNATA

Secondo il dizionario di Tuttofantacalcio: "Dicesi Low Cost quel tipo di calciatore che se presente all'interno della vostra formazione di giornata e se per puro caso dovesse portarvi un +3, potrebbe far finire amicizie di lunga data".
Ci mettiamo in discussione su giocatori non facili da consigliare, ma con la consapevolezza di potervi dare un ulteriore aiuto e anche con la possibilità di sbagliare consiglio. Vogliamo offrire ai nostri utenti un ulteriore servizio che propone ai fantallenatori una formazione di titolari Low Cost, prendendoci qualche rischio ma certi che faremo di tutto per potervi consigliare al meglio.

 

 

Formazione: 3-4-3

Sepe

Milenkovic - Gagliolo - Nuytinck

Soriano - Mandragora - Linetty - Krunic

Pandev - Santander - Cutrone

 

 

Sepe (Parma-Empoli): il portiere del Parma è stato protagonista di un avvio di stagione abbastanza positivo, in cui è riuscito a portare a casa il bonus inviolabilità in alcune circostanze. In questo turno casalingo potrebbe guadagnarsi un buon voto. Reattivo

Milenkovic (Fiorentina-Atalanta): il serbo sta convincendo e risulta spesso il migliore della retroguardia viola. È abile sia in fase di spinta che di contenimento,in più riesce anche a guadagnare bonus interessanti. Difensore col vizio del gol

Gagliolo (Parma-Empoli): il difensore gialloblù è senza dubbio una delle sorprese più liete di quest’inizio di stagione. Prezioso per spirito di abnegazione, ha spesso salvato i suoi dai pericoli creati dagli avversari. Roccioso

Nuytinck (Bologna-Udinese): se i friulani si trovano, per ora, in una posizione relativamente tranquilla di classifica, il merito è anche suo. Di giornata in giornata, il rendimento dell’olandese è cresciuto e anche la sicurezza data al reparto arretrato. La sua fantamedia si attesta intorno alla sufficienza. Scommessa spendibile

Soriano (Chievo-Torino): per l’ex Sampdoria i numeri finora sono positivi e il suo contributo è stato importante. Meno propenso al bonus rispetto a qualche stagione fa, ma il bottino è di soli due assist in quattro presenze tuttavia non ha rimediato nessuna insufficienza. Preciso

Mandragora (Bologna-Udinese): il centrocampista ex Crotone finora ha svolto abbastanza bene il suo compito in mezzo al campo, pur non brillando in tutte le occasioni. Non è un giocatore particolarmente propenso al bonus, ma la sua media voto si attesta attorno alla sufficienza e potrebbe presto sbloccarsi. Metronomo

Linetty (Sampdoria-Spal): il giocatore della Sampdoria è il tipico profilo Low Cost. Ha un livello di titolarità abbastanza alto e un discreto rapporto in termini di pagamento in sede d’asta e di rendimento. Nell’ultima di campionato, a Cagliari, ha contribuito a dare vivacità al match, sfiorando anche la rete. Vivace

Krunic (Parma-Empoli): inizio di campionato con qualche alto e basso per il bosniaco, in cui è riuscito a trovare la rete alla prima giornata, ma poi ha alternato qualche buona prestazioni ad altre negative. Tuttavia ha delle potenzialità interessanti. Potrebbe ripagare la fiducia

Pandev (Frosinone-Genoa): il macedone ha iniziato il campionato a suon di bonus, così come non gli accadeva da parecchie stagioni. La nuova posizione di trequartista che gli ha confezionato mister Ballardini sembra adatta all’ex attaccante della Lazio. Contro i ciociari il +3 è alla portata. Sempreverde

Santander (Bologna-Udinese): è la sua prima stagione in Italia e, forse per questo, non ha mostrato grande brillantezza nelle prime giornate, ma in lui si intravede del potenziale che potrebbe uscire presto fuori e che si è visto nella partita vittoriosa contro la Roma. In questo scontro salvezza potrebbe incidere in positivo. Schieratelo

Cutrone (Sassuolo-Milan): la molto probabile assenza di Higuain gli spalanca le porte della titolarità. Il giovane attaccante rossonero, quando chiamato in causa, si è sempre fatto chiamare pronto e soprattutto ha stupito tutti per la sua freddezza sotto porta, che gli permette di andare spesso in rete. Cecchino