Fantacalcio, COME CAMBIA IL GENOA CON THIAGO MOTTA

L'analisi in ottica fantacalcistica del nuovo Genoa targato Thiago Motta
22.10.2019 20:30 di Redazione Tuttofantacalcio Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lorenzo Stefoni, Gianni Rendina
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Fantacalcio, COME CAMBIA IL GENOA CON THIAGO MOTTA

Thiago Motta è il nuovo allenatore del Genoa. L’ex centrocampista di Inter, Barcellona e PSG sostituisce Aurelio Andreazzoli che lascia la panchina del Grifone in penultima posizione dopo aver conquistato appena 5 punti in 8 partite. 

COME CAMBIA IL GENOA TATTICAMENTE 
Prima esperienza alla guida di una prima squadra per Motta, che finora ha guidato solo l’Under 19 del PSG, squadra con cui ha terminato la carriera da calciatore. Il nuovo mister del grifone e conosciuto per essere un amante del calcio collettivo, rapido e aggressivo. Il modulo più utilizzato è stato il 4-3-3 che potrebbe riproporre nel Genoa.

MODULO 4-3-3
Radu
Ghiglione - Romero - Zapata - Criscito
Lerager - Radovanovic - Schone
Pandev - Pinamonti - Kouame

Con questo sistema di gioco i rossoblu passerebbero alla difesa a 4 con Romero-Zapata coppia centrale, Ghiglione o Ankersen sulla fascia destra e come terzino sinistro Criscito (quando rientrerà dall’infortunio). Una variante, vista la presenza in rosa di altri terzini sinistri come Barreca e Pajac, potrebbe essere l'accentramento di Criscito e l'esclusione di un centrale.
Centrocampo muscolare con Lerager e Radovanovic accanto al metronomo Schone. Le prime alternative sono Jagiello, Sandro e Cassata.
Mentre in avanti Pandev (o Sanabria) e Kouame le ali con Pinamonti centrale potrebbero essere le scelte, ma senza dimenticare Favilli , Saponara e Gumus, ala destra che finora è stato un oggetto misterioso del mercato genoano.



MODULO 3-5-2
Radu
Zapata - Romero - Criscito
Ghiglione - Saponara - Schone - Lerager - Barreca
Kouame - Pinamonti

Una possibilità è quella del 3-5-2 utilizzata da Andreazzoli poiché le caratteristiche dei calciatori sembrano più adatte per questo tipo di modulo. 
Vista la profondità della rosa rossoblu, il nuovo allenatore potrebbe dar spazio a giocatori che hanno avuto poche chances di mettersi in mostra fino ad ora come Sanabria. Favilli, Cassata e Gumus.