Fantacalcio, RESOCONTO AMICHEVOLI E COPPA ITALIA 11-12 AGOSTO

Vittoria per Inter, Genoa, Chievo Verona, Spal e Sassuolo
Sconfitta per Napoli, Milan, Udinese, Lazio, Empoli, Frosinone
12.08.2018 09:00 di Redazione Tuttofantacalcio Twitter:   articolo letto 1011 volte
© foto di Federico Gaetano
Fantacalcio, RESOCONTO AMICHEVOLI E COPPA ITALIA 11-12 AGOSTO

In questa sezione daremo il resoconto periodico delle amichevoli prestagionali della nostra Serie A.
Diamo qualche news utile in ottica fantacalcio utile per tutti quei fantallenatori che stanno già iniziando ad annotare qualche nomi interessante nel proprio taccuino

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10.50

UDINESE - Benevento 1-2 (D.T.S) Coppa Italia 

Udinese (4-2-3-1): 88 Nicolas; 19 Larsen (6′ pts Ter Avest), 2 Wague, 3 Samir, 7 Pezzella (31′ s.t. Alì Adnan); 6 Fofana (11′ pts Balic), 38 Mandragora; 16 Machis, 72 Barak (26′ s.t. Pussetto), 10 De Paul; 15 Lasagna.

I bianconeri perdono 2-1 in casa contro il Benevento. Partita iniziata con ritmi molto alti da parte della squadra di casa che al 6’ trova il gol del vantaggio grazie ad una azione di Machis e al 18’ cerca il raddoppio con un tiro di Barak. Al 68’ pareggia il Benevento con Viola costringendo i friulani ai supplementari. I giallorossi trovano il vantaggio allo scadere del primo tempo supplementare con una bella giocata di Tello. Nel secondo tempo supplementare ci prova Mandragora e Lasagna ma Puggioni difende la porta. Udinese eliminata dalla Coppa Italia.

Atletico Madrid - INTER 0-1

Inter (4-2-3-1): 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio (81′ 87 Candreva), 23 Miranda (60′ 5 Gagliardini), 37 Skriniar, 29 Dalbert; 8 Vecino (81′ 13 Ranocchia), 77 Brozovic (60′ 20 Borja Valero); 16 Politano (71′ 7 Karamoh), 10 Lautaro (71′ 15 Joao Mario), 18 Asamoah (60′ 6 De Vrij); 9 Icardi.

Vince l’Inter in casa dell’Athletico Madrid grazie ad un gol di Lautaro Martinez, grande protagonista del match con diverse giocate di alto livello. Anche Handanovic si dimostra decisivo con una grande parata su Vitolo, che colpisce a il pallone a pochi passi dalla linea di porta. Promossi Handanovic e Asamoah che ha servito l’assist per il gol L. Martinez. Bocciato Miranda.

Real Madrid - MILAN 3-1

Milan (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria (82′ Simic), Musacchio (82′ Bellanova), Romagnoli, Rodriguez (55′ Caldara); Kessie, Biglia (65′ Mauri), Bonaventura (55′ Calhanoglu); Suso, Higuain (65′ Bacca), Borini (45′ Cutrone).

I rossoneri giocano una buona partita, provano a tener testa ai campioni d'Europa ma sono puniti dai Blancos. Avvio di gara è entusiasmante. Al 2’ Calabria sbaglia e permette ai Blancos di passare in vantaggio su colpo di testa di Benzema ma al 4' il Pipita Higuain pareggia la partita con un goal da fuori area. I rossoneri tengono bene il pressing ma continuano ad essere puniti dai Blancos. Nel secondo tempo, partita più equilibrata, ma non mancano le azioni pericolose. Tante le sostituzioni verso la fine: da segnalare l'esordio di Caldara. Bene Higuain, Donnarumma, Musacchio e Suso. Male Rodriguez e Calhanoglu.

GENOA – Lecce 4-0 Coppa Italia 

Genoa (3-4-1-2): Marchetti; Spolli (60′ Gunter), Zukanovic, Criscito; Lazovic, Romulo, Hiljemark, Biraschi; Pandev (73′ Bessa); Piatek (60′ Mazzitelli), Kouamè.

Piatek show! Il polacco si presenta con un poker contro il Lecce eliminandolo dalla Coppa Italia. 3 gol messi a segno di testa e uno di destro serviti rispettivamente da Hiljemark, Biraschi, Kouamè e Romulo. Da segnale un infortunio per Marchetti, che ha ricevuto un colpo al volto durante un’uscita. Nel 2° tempo Ballardini passa dal 3-4-1-2 al 3-5-2 facendo subentrare Gunter e Mazzitelli. Per il resto niente di particolare da raccontare.

 

TORINO- Cosenza 4-0

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo (st. 23′ Bremer), Nkoulou (st 38′ Ferigra), Moretti; De Silvestri, Meité, Rincon, Baselli (st. 31′ Lukic), Berenguer; Belotti, Falque.

Vittoria facile per i granata che si sbarazzano del Cosenza e passano il turno in Coppa Italia. Ancora in gol Belotti che realizza una doppietta e dimostra sempre più di essere in formissima per questo inizio di campionato. In gol anche Baselli e Rincon. Confermato Meitè ancora una volta titolare nel centrocampo granata e Berenguer schierato largo al posto di Ansaldi.

 

CAGLIARI- Palermo 2-1 Coppa Italia

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno ; Faragò , Romagna , Ceppitelli , Lykogiannis ; Castro , Cigarini  (80’ Bradaric s.v.), Ionita ; Barella ; Pavoletti  (86’ Cerri s), Farias (62’ Sau ).

Ottima prestazione dei padroni di casa che conquistano la prima vittoria stagionale battendo il Palermo 2-1. Bomber di serata Pavoletti con una doppietta. Da segnalare le buone prestazioni di Barella e Castro sempre più fondamentali nel centrocampo rossoblù. Faragò preferito a Padoin nella corsia destra.

 

SASSUOLO - Ternana 5-1 Coppa Italia

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Magnani, Ferrari,Rogerio; Duncan, Magnanelli, Sensi; Berardi, Boateng, Di Francesco

Il Sassuolo vince al Mapei Stadium contro la Ternana e si qualifica al quarto turno eliminatorio di Coppa Italia nel quale sfiderà il Catania. I neroverdi sbloccano subito il risultato al 9' con Boateng, al 21' Berardi raddoppia su rigore, al 29' Duncan porta il risultato sul 3 a 0, il primo tempo si chiude con il Sassuolo aventi di 4 con una prodezza di Berardi. Nel secondo tempo reazione sterile della Ternana che porta il risultato sul 4 a 1 con Defendi, nel finale gioia anche per il capitano Magnanelli che fissa il risultato finale sul 5 a 1. Buona la prova di Boateng utilizzato come falso nueve come del resto positiva la prova di tutta la squadra. Mister De Zerbi può ritenersi soddisfatto.

 

FROSINONE - Sudtirol 0-2 Coppa Italia

Frosinone (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon,Terranova; Ghiglione, Chibsah, Maiello, Halfreddson, Molinaro; Diosini, Perica

Bastano novanta minuti al Frosinone per dire addio alla Coppa Italia. Nella prima uscita in stagione i canarini perdono contro il Sudtirol, squadra che milita in Lega Pro. Sembrava in discesa la gara con subito una doppia occasione per i padroni di casa che quasi allo scadere del primo tempo si portano in vantaggio con Costantino. Nel secondo tempo cambia poco,Frosinone in avanti a caccia quantomeno del pareggio ma nel finale arriva la beffa con la rete all'87' di Turchetta. Migliore del Frosinone, Ciano subentrato solo nella ripresa.

 

EMPOLI - Cittadella 0-3 Coppa Italia

Empoli (4-3-1-2): Terracciano; Di Lorenzo, Silvestre, Maietta, Pasqual; Bennacer, Rasmussen, Krunic; Zajc; Caputo, La Gumina

A sorpresa il Cittadella batte l'Empoli con una doppietta di Scappini e gol di Finotto. Empoli subito fuori dalla competizione, brutta la prestazione di tutta la squadra che nonostante gli innesti non riesce ad impensierire l'avversario. Nel finale il Cittadella rimane anche in dieci ma l'Empoli non sembra avere la forza di reagire. Unica nota positiva è la prestazione di Zajc, migliore dei suoi. Ancora una volta confermato Terracciano dal 1' al posto di Provedel.

 

Spezia - SPAL 0-1 Coppa Italia

Spal (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Everton, Schiattarella, Vitale, Fares; Petagna, Antenucci

La Spal si impone con il risultato di 1-0 sullo Spezia e vola ai sedicesimi di finale di Coppa Italia. Allo Stadio Picco ha deciso l'incontro un gol del nuovo acquisto Petagna al minuto 46. Ottima la sua prova, in leggera difficoltà la difesa in alcuni frazioni di gioco.

 

CHIEVO VERONA - Pescara 1-0 Coppa Italia

Chievo Verona (4-3-2-1): Seculin; Cacciatore, Rossettini, Tomovic, Jaroszynski; Rigoni, Radovanovic, Hetemaj; Birsa, Giaccherini; Stepinski

Un gol di Rigoni consente al Chievo Verona di passare al prossimo turno. Prova di carattere degli uomini di mister D'Anna che voleva delle risposte nella prima gara ufficiale, soprattutto dopo le ultime due non brillantissime prestazioni contro Napoli e Hoffenheim in precampionato. Si è mossa molto bene tutta la squadra che ha avuto il pallino del gioco per buona parte del match. 

 

Borussia Dortmund - LAZIO 1-0

Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Wallace, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Badelj, Milinkovic-Savic, Durmisi; Luis Alberto; Immobile

Sconfitta di misura per la formazione di mister Inzaghi che viene punita da un gol di Reus al 6'. Difesa non benissimo, a centrocampo si salvano solo Milinkovic-Savic e il nuovo arrivo Correa, polveri bagnate per Immobile. 

 

Wolfsburg - NAPOLI 3-1

Napoli (4-3-3): Karnezis; Hysaj (46′ Malcuit), Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz (61′ Rog), Hamsik (61′ Diawara), Zielinski (46′ Allan); Callejon (46′ Verdi), Milik, Insigne (46′ Mertens).

Si conclude con una sconfitta la pre-stagione del Napoli. In terra tedesca gli azzurri di Ancelotti sono stati sconfitti dal Wolfsburg, apparso decisamente più in palla rispetto alla formazione partenopea. I tedeschi sfiorano più volte il vantaggio grazie alle accelerate di Guilavogui che mette in difficoltà Hysaj con diversi cross dal fondo. Al 44’ Wolfsburg in vantaggio con Brekalo. Il pareggio arriva al 69' con Milik servito da Mario Rui dalla sinistra. Da qui in poi il Napoli si spegne, battuto due volte nel giro di pochi minuti dai colpi di Mehmedi. Promossi Milik, Mario Rui e Mertens. Male Hysaj, Albiol e Karnezis.

 

PARMA – Pisa 0 - 1

Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Gagliolo, Gobbi, Di Marco (25’ st Biabiany); Rigoni, Stulac, Barillà; Galano (32’ st Baraye), Ceravolo, Di Gaudio (18’ st Da Cruz).

Brutta sconfitta per il Parma di mister D’Aversa che viene travolto da uno straordinario Pisa. I ducali partiti bene per i primi 20’ grazie alle azioni di Stulac, DiGaudio e DiMarco, subiscono un gol a 10 minuti al termine del 1° tempo da Zammarini. Alla ripresa del 2° tempo, il Parma continua la ricerca per il paraggio con Di Gaudio, Barillà e Baraye ma nulla da fare: Parma fuori dalla Coppa Italia. Buone le prestazioni di Stulac, DiGaudio, DiMarco e Gobbi.

 

SAMPDORIA – Viterbese 1-0

Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Sala, Andersen, Colley, Murru; Praet, Barreto, Linetty (dal 1′ s.t. Jankto); Ramirez; Defrel (dal 9′ s.t. Caprari), Kownacki (dal 44′ s.t. Quagliarella).

Sampdoria qualificata per i prossimi turni di Coppa Italia grazie ad una rete di Jankto a 30 minuti al termine del match. Partita dalle scarse prestazioni per i blucerchiati contro una squadra di due categorie inferiori. Primo tempo dominato dai gialloblu che cercano il gol per ben 2 volte ma Audero glielo impedisce. Al rientro del campo la samp alza subito il ritmo. Al 54′ Defrel sfrutta un errore difensivo degli avversari e sfiora la rete con un piazzato al veleno mentre un minuto più tardi è la volta di Kownacki, che da distanza ravvicinata calcia alto. Al 75′ la squadra di casa passa in vantaggio con Jankto: Sampdoria qualificata nonostante il forcing dei laziali. Bene Kownacki, Audero, Defrel e Ramirez che ha servito il gol della vittoria.

 

BOLOGNA – Padova 2-0

Bologna (3-5-2): Skorupski; Calabresi, Gonzalez, Helander; Mattiello, Poli, Pulgar (34′ st Nagy), Dzemaili, Dijks (42′ st Mbaye); Palacio, Falcinelli (32′ st Santander).

Vittoria meritata per il Bologna contro il Padova che si qualifica al prossimo turno di Coppa Italia. Inizia il Padova a rendersi pericoloso all’inizio del match con un’azione di Capello a cui prova a risponde Pulgar servito da Palacio. Nel finale del 1° tempo è il Bologna a rendersi pericoloso con Palacio che serve prima Poli e poi Dzemaili per delle conclusioni andate male. All’inizio del 2° tempo il Bologna alza il ritmo con Falcinelli e Palacio, i due per poco non trova la porta. Al 70’ rigore per il Bologna calciato dallo svizzero Dzemaili anziché da Pulgar. Al 89’ arriva il 2-0 con un gol di Dijks. L’ex Ajax chiude la partita. Promossi Palacio (vera anima di questa squadra), Pulgar, Falcinelli e i due marcatori.