fantacalcio, LE POSSIBILI VARIAZIONI DOPO LA SOSTA

Aanalizziamo le situazioni di Atalanta, Fiorentina, Lazio e Juventus
 di Redazione Tuttofantacalcio Twitter:   articolo letto 2211 volte
Fonte: Dario Laudadio
© foto di Federico Gaetano
fantacalcio, LE POSSIBILI VARIAZIONI DOPO LA SOSTA

Siamo giunti ad un’ennesima sosta delle nazionali. Il campionato si concede un po’ di riposo, ma per i
fantallenatori, soprattutto quelli più attenti e precisi, non ci sono soste.
Questo è un periodo in cui tirare un po’ di somme e valutare i giocatori su cui puntare per migliorare la rosa, da comprare tra gli svincolati (per chi ha il mercato di riparazione) o scambiare con gli altri concorrenti.
Noi di Tuttofantacalcio vi accompagniamo in questa analisi, ed in questa rubrica vi diamo informazioni utili
sulle possibili variazioni di formazione che potrebbero avvenire in alcune squadre dopo la sosta e chi
potranno essere i nuovi titolari, tra rientri da infortunio e scelte degli allenatori.

Atalanta – Cristante/Freuler/De Roon: dall’anno scorso, in cui Gasperini scoprì Kessiè, il ruolo del centrale
di centrocampo dell’Atalanta è diventato un must per ogni fantallenatore. Complice l’impegno in Europa
League, ad oggi è difficile fare delle gerarchie su chi gioca e chi no tra Cristante, Freuler e De roon.
Possiamo affermare soltanto che chi ha riposato meno dei tre è lo svizzero, mentre De roon e Cristante si
sono alternati di più, forse per caratteristiche maggiormente simili.
A volte potrebbero addirittura giocare tutti e tre con Cristante più avanti a supporto della punta (è già accaduto nella partita con il Lione). Noi consigliamo di averli in coppia così da non avere problemi, ma crediamo che nello scenario futuro Cristante possa regalarci tante soddisfazioni.
Altro ruolo cardine è l’esterno destro, dove sta giocando stabilmente Hateboer, anche se consigliamo di comprarvi Castagne a supporto, se libero, in modo da averli entrambi, visto che dall’altra parte Spinazzola sarà il titolare indiscusso Probabile formazione Atalanta: Berisha; Masiello, Caldara, Toloi/Palomino; Spinazzola, Cristnate/De roon, Freuler, Hateboer/Castagne; Gomez, Ilicic/Kurtic; Petagna.

Fiorentina – Saponara/Benassi/Eysseric: òa sconfitta di Verona ha aumentato i dubbi su chi possa davvero
giocare nel centrocampo della Fiorentina.
Pioli avrà il suo bel da fare per riuscire a far convivere tanta abbondanza di talenti, e creare quell’armonia che sembra nuovamente svanita dopo la sconfitta contro il Chievo. Ad oggi l’unico intoccabile sembra essere Chiesa, che sta vivendo un momento di forma strepitoso.
In mezzo la coppia Badelj-Veretout sembra fornire le giuste garanzie di rendimento. Considerato il modulo
attuale utilizzato 4-2-3-1, da cui Pioli sembra non voler prescindere, il rebus riguarda gli altri due posti sulla
trequarti. Fino ad ora hanno giocato Thereau e Benassi, con risultati altalenanti e con un Simeone che è
sembrato troppo isolato lì davanti.
Gli scenari potrebbero presto cambiare con l’inserimento di Saponara, uomo su cui Pioli ha sempre sostenuto di voler affidarsi nel suo ruolo cardine, ovvero il trequartista centrale. Ruolo cucito addosso all’ex empolese, pronto a quel salto di qualità che tutti si aspettano. Anche Eysseric reclama spazio. Senza dimenticare Gil Dias che ha mostrato lampi di talento
puro, ma che sembra ancora troppo acerbo in un campionato difficile come la serie A.
Lo scenario più percorribile potrebbe vedere Chiesa, Saponara e Thereau dietro la punta Simeone, con Benassi, Eysseric e Gil Dias a dare respiro ai primi.
L’alternativa sarebbe il 4-3-3, potrebbe vedere l‘arretramento di Benassi a centrocampo per rinfoltire una mediana spesso messa a dura prova dagli avversari (chiedere a Juventus, Atalanta e lo stesso Chievo) con Chiesa e Saponara dietro Simeone.
Noi azzardiamo quest’ultimo come scenario possibile, mentre vi consigliamo di avere almeno due tra Saponara, Benassi ed Eysseric per essere certi di avere un titolare.
Probabile formazione Fiorentina: Sportiello, Laurini/Gaspar, Pezzella, Astori, Biraghi; Veretout, Badelj, Benassi; Chiesa, Saponara/Eysseric; Simeone.


Lazio – Felipe Anderson/Nani/Luis Alberto: con il rientro degli infortunati Felipe Anderson e Nani, al
rientro, ci sarà molta abbondanza sulla trequarti della Lazio. In assenza del brasiliano e del portoghese il
modulo utilizzato è stato il 3-4-2-1 con Milinkovic-Savic, ad oggi intoccabile, e Luis Alberto dietro Immobile.
E non è andata affatto male. Per la partita contro la Juve non dovrebbero esserci cambiamenti. Le ipotesi
sul futuro, però, potrebbero vedere Felipe Anderson al posto di Luis Alberto dietro immobile con l’arretramento dello spagnolo in cabina di regia, in alternativa a Parolo (ruolo già provato in estate), e Nani come alternativa davanti al posto di Anderson.
Altra ipotesi percorribile, il cambio di modulo con un 4-3-3, che favorirebbe l’ingresso di Nani nello schieramento titolare insieme ad Anderson ai lati di immobile, con l’arretramento di Milinkovic-Savic a centrocampo insieme a due tra Leiva, Parolo e Luis Alberto, o con quest’ultimo più avanti al posto del portoghese. Altre ipotesi non pensiamo possano concretizzarsi, a dissipare i dubbi ci penserà soltanto mister Inzaghi.
Il nostro consiglio per chi possiede Felipe Anderson al fantacalcio è di accaparrarsi anche Luis Alberto, mentre Nani, essendo listato in attacco, perde il suo appeal non avendo la titolarità certa.
Probabile formazione Lazio: Strakosha; Wallace De Vrij Radu; Basta/Marusic Leiva Parolo/Luis Alberto Lulic; Milinkovic Felipe Anderson/Nani; Immobile.

 

Juventus – Douglas Costa/Cuadrado/Bernardeschi: ormai è una consuetudine aspettarsi il lampo di genio
di Allegri che possa svoltare la stagione della Juventus.
L’anno scorso fu il passaggio al 4 2 3 1 che portò numerosi cambiamenti, e che consentì alla Juve di arrivare in Finale di Champions. Quest’anno potrebbe non essere il modulo a cambiare ma gli uomini. In estate sono stati spesi ben 80 milioni per due ali perfette a far volare la Juventus. Il problema è farle decollare.
Fino ad ora sia Douglas Costa che Bernardeschi non sembrano essere inseriti nelle idee di gioco dell’allenatore che preferisce quasi sempre Mandzukic, ormai quasi intoccabile, che Cuadrado. Questo perché, lo spirito di sacrificio del primo e la corsa dell’altro, garantiscono alla squadra un equilibrio difficile da spostare. Ecco perché crediamo che lo scenario futuro possa restare lo stesso, almeno sino alla prossima sosta di Novembre.
Consigliamo di puntare su Cuadrado, ma di accompagnarlo almeno con uno tra Douglas costa e Bernardeschi per essere più sicuri di avere un titolare certo.
Probabile formazione Juventus: Buffon; Lichtsteiner, Rugani/Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Matuidi; Cuadrado/Bernardeschi, Dybala, Mandzukic/Douglas Costa; Higuain.